Collaudo e pulizia di fine cantiere

COLLAUDO DELLA PIASTRELLATURA

Il collaudo della piastrellatura deve essere fatto dal committente finale alla presenza del posatore e del responsabile del cantiere attraverso un esame visivo con osservazione a occhio nudo (con gli occhiali, se di uso abituale) della superficie, ad una distanza di 1mt.

Un “effetto” rilevabile solo con luce radente, e solo da distanza ravvicinata, magari con l’aiuto di una lente di ingrandimento, non può essere considerato un “difetto”. Un “effetto” diventa un “difetto” quando è visibile nelle condizioni di osservazione sopra riportate.

 

PULIZIA DI FINE CANTIERE

Il lavaggio dopo posa è una fase di fondamentale importanza per tutti gli interventi successivi di manutenzione. Con tale intervento si eliminano i residui di posa ed il normale sporco di cantiere come: malta, colla, pittura, sporco da cantiere di varia natura. Una volta trascorsi i tempi di stagionatura dello stucco, procedere quindi ad una pulizia con detergente adeguato attenendosi scrupolosamente alle istruzioni d’uso e diluizioni indicate sulla confezione del produttore.


a) In caso di utilizzo di stucchi di natura cementizia Ceramiche Marca Corona suggerisce l’uso di FILA DETERDEK (o di acidi tamponati similari, ad esclusione di prodotti contenenti acido fluoridrico) in quanto non sviluppa fumi nocivi e non aggredisce le fughe.
Applicare secondo le modalità seguenti:
• Utilizzare FILA DETERDEK diluito 1:5 (1 litro di FILA DETERDEK in 5 litri di acqua possibilmente calda; resa: 1litro/40mq);
• Spazzare bene il pavimento e quindi distribuire uniformemente la soluzione acida diluita utilizzando un normale spazzettone, mop-lavapavimenti, (mocio) o uno straccio ruvido per ambienti residenziali oppure nel caso di grandi superfici frizionando con monospazzola dotata di dischi con tampone di colore bianco o verde (in funzione dellanecessità);
• Lasciare agire per qualche minuto, in funzione dell’intensità dello sporco;
• Intervenire energicamente con spugna abrasiva, tipo schotch-brite bianca o verde, oppure con spazzolone con setole in nylon per superfici strutturate o nel caso di grandi superfici con monospazzola munita di disco bianco o verde ed aspira liquidi;
• Raccogliere il residuo con stracci oppure aspira liquidi;
• Risciacquare accuratamente con acqua tiepida o calda ripetendo l’operazione anche più volte sino all’eliminazione di qualsiasi alonatura o residuo depositatosi negli interstizi delle piastrelle strutturate.
Qualora rimanessero zone non perfettamente pulite, ripetere il lavaggio acido a concentrazioni più elevate.

AVVERTENZA: Tale intervento può risultare aggressivo nei confronti di materiali e componenti ubicati vicino alla piastrellatura; ad esempio, soglie e davanzali di marmo, serramenti metallici, decori…; si invita pertanto a proteggere opportunamente queste parti prima di procedere alla pulizia.

Per ulteriori informazioni sulla posa e la pulizia dei profili metallici, consultate il PDF sottostante

PDF

b) In caso di utilizzo di stucchi di natura epossidica è indispensabile attenersi con scrupolo alle indicazioni riportate dai fornitori di prodotti per pulizia in quanto la rimozione di questo tipo di stucco, dopo l’indurimento, risulta estremamente difficile. In questo caso Ceramiche Marca Corona consiglia di aggiungere all’acqua di lavaggio circa un 10% di alcool o, in alternativa, di usare direttamente il detergente alcalino FILA PS/87 ( o prodotti similari). Il FILA PS/87 va utilizzato puro (non diluito) e lasciato agire per circa 30 minuti. Successivamente occorre strofinare la superficie con spazzola leggermente abrasiva e quindi risciacquare abbondantemente con acqua.


INFORMAZIONI SPECIFICHE:


c) Nel caso di posa di prodotti Lappati, Lucidati o Metallizzati la pulizia di fine cantiere realizzata con detergenti di natura acida deve essere scrupolosamente testata in una piccola porzione della superficie.
d) Nel caso di prodotti Strutturati o con Elevate Caratteristiche Antiscivolo la pulizia di fine cantiere può essere ripetuta più volte, utilizzando i detergenti con concentrazioni più elevate e spazzole per la pulizia più abrasive in quanto questa tipologia di superficie tende a trattenere maggiormente lo stucco/sporco. Una adeguata pulizia consentirà di ripristinare l’aspetto estetico e di ottenere la migliore performance antiscivolo.
e) Nel caso di prodotti con finitura naturale, Ceramiche Marca Corona NON consiglia l’uso di prodotti impregnanti/filmogeni in quanto non necessario ed anche perchè l’eccesso di prodotto impregnante, se non rimosso correttamente, potrebbe trattenere lo sporco con più facilità.
f) Nel caso in cui tale pulizia debba essere fatta dopo che il pavimento e’ stato usato, prima del trattamento con il prodotto acido, togliere con appositi detergenti a base alcalina, tipo FILA PS/87, eventuali presenze di sostanze grasse o similari.