Pulizia e manutenzione delle piastrelle

La durabilità di una superficie piastrellata dipende anche dal modo in cui viene usata e tenuta; quindi anche il committente finale ha un ruolo molto importante affinché una piastrellatura possa mantenere nel tempo la propria qualità estetica e tecnica.
A tale riguardo sono necessarie alcune precauzioni, dettate dal buon senso, oltre che dalla conoscenza delle caratteristiche dei materiali installati.

Di seguito alcune istruzioni e consigli per la corretta pulizia e manutenzione dei vostri pavimenti e rivestimenti.

PRODOTTI PER LA PULIZIA


Se sono state rispettate le regole di pulizia dopo la posa, la manutenzione ordinaria, cioè la pulizia quotidiana per la rimozione dello sporco causato dal passaggio e dall’uso in generale della superficie piastrellata, non crea alcun problema.
Una CORRETTA PULIZIA viene semplicemente effettuata mediante strofinaccio o spugna inumidita in una soluzione diluita di un comune detergente neutro per piastrelle seguendo le istruzioni d’uso e diluizioni indicate sulla confezione dal produttore.
Periodicamente (soprattutto quando la superficie appare di aspetto differente da quello originale risultando, in genere, di aspetto più brillante oltre al fatto che trattiene, in modo anomalo, qualunque tipo di agente macchiante) eseguire un “lavaggio sgrassante” con detergente alcalino, seguito da una fase di risciacquo accurato.
In particolari condizioni d’uso (legate alla natura del detergente utilizzato e/o degli agenti macchianti che vengono comunemente in contatto con il materiale ceramico) ed ambientali (materiale posato all’esterno), in sostituzione del lavaggio sgrassante è preferibile un “lavaggio disincrostante” con detergente acido seguito da una fase di accurato
risciacquo.


Ceramiche Marca Corona consiglia

QUOTIDIANAMENTE DI:
• Asportare bene la polvere con apposite scope, panni di lana o aspirapolvere;
• Lavare con FILACLEANER (detergente neutro a basso residuo) in diluizione 1:200 (una tazzina in un secchio da 5 litri d’acqua) utilizzando uno straccio umido che andrà sciacquato spesso nella soluzione;
ATTENZIONE
Se il pavimento, dopo qualunque tipo di lavaggio, presenta segni di passaggio dello straccio, lavare bene con acqua pulita, sciacquando spesso e strizzando bene lo straccio.
Non eccedere mai nella quantità di detergente da diluire in acqua, a meno che il pavimento non risulti molto sporco e si preveda un risciacquo al termine.


PERIODICAMENTE DI:
Eseguire un lavaggio sgrassante con FILA PS/87 in diluizione 1:20 in acqua (possibilmente calda in quanto ne aumenta l’efficienza) seguito da una fase di accurato risciacquo; oppure nel caso in cui sia più efficace un lavaggio disincrostante, utilizzare FILA DETERDEK in diluizione 1:20 in acqua (possibilmente calda in quanto ne aumenta l’efficienza) seguito da una fase di accurato risciacquo.
ATTENZIONE
Qualora rimanessero zone non perfettamente pulite, ripetere il lavaggio sgrassante e/o disincrostante a concentrazioni più elevate.
L’operatore incaricato a questo intervento di manutenzione dovrà sempre procedere ad una preliminare verifica empirica su una porzione limitata di materiale.
Per grandi superfici è consigliabile l’utilizzo di macchine lavasciuga e di un detergente neutro, tipo FILACLEANER diluito da 1:100 a 1:200, in base alle necessità.

 

Per ulteriori informazioni sulla manutenzione dei profili metallici, consultare il PDF sottostante

PDF


METODI PER LA PULIZIA


Nella pulizia, limitare al massimo, e sempre con molta cautela l’uso di mezzi fortemente abrasivi soprattutto per piastrelle con superficie liscia (soprattutto con finitura lucida e/o satinata) in quanto possono essere maggiormente esposte ad effetti visibili dovuti a graffi, opacizzazioni, scalfitture,ecc.


LA PROTEZIONE DALLO SPORCO ABRASIVO


Certi tipi di sporco (sabbia, ecc.) aumentano l’effetto abrasivo del traffico pedonale quindi bisogna mantenere la pavimentazione il più pulita possibile prevenendo la presenza di questo sporco, trasportato generalmente dall’esterno, predisponendo dei dispositivi di assorbimento sporcizia ed umidità (stuoini fissi oppure mobili in funzione della destinazione d’uso del locale) all’ingresso per tutta la larghezza dell’entrata.

Nel caso di tracce di sporco resistenti alla pulizia ordinaria, si raccomanda l’utilizzo di un detergente adeguato in funzione del tipo di sporco.


 Manutenzione straordinaria

 

I suggerimenti illustrati in precedenza sono frutto di ricerca, verifica in laboratorio ed esperienza pluriennale. Tuttavia le caratteristiche di pulibilità dei materiali variano in modo significativo per le diverse modalità di installazione, condizioni d’uso, tipologie di superficie e ambiente. In linea generale, all’aumentare delle caratteristiche di antiscivolosità delle piastrelle aumentano le difficoltà di pulizia.

L’operatore incaricato dell’intervento di manutenzione e pulizia dovrà sempre procedere ad una preliminare verifica empirica (possibilmente su una porzione di materiale non posato) per ogni singolo tipo di intervento. In caso di condizioni di errata installazione o di pulizie effettuate in modo inadeguato, Ceramiche Marca Corona declina ogni responsabilità in merito all’efficacia delle operazioni di pulizia e manutenzione. Resta inteso che Ceramiche Marca Corona non può essere ritenuta responsabile per eventi, danni o difetti dovuti ad errata installazione, negligente pulizia e manutenzione, o inadeguata scelta della tipologia dei materiali installati rispetto alla destinazione d’uso.